Accettando il rischio del linciaggio condivido il mio punto di vista sul femminicidio

Scusate, ma non è evidente il collegamento tra questo orribile e inquietante fenomeno e la collettiva incapacità di relazionarsi senza togliersi reciprocamente la libertà?
Se domattina trovassi la persona che per anni hai considerato TUA a letto con qualcuno che non sei tu, il tuo primo pensiero non sarebbe “Io ti uccido”?
L’origine di tutto non è forse in quel TUA?
Ovvio che non è una spiegazione sufficiente.
Non è per niente automatico che quel “Io ti uccido” si traduca in azione.
Accade solo se hai dei problemi mentali gravi.
O una totale incapacità di controllo emotivo.
Ma accadrebbe lo stesso se in origine non ci fosse quel TUA?
Gli omicidi che tanto ci scioccano non hanno forse la loro radice in quell’omicidio-suicidio reciproco universale e invisibile di cui ci rendiamo tutti colpevoli senza rendercene conto nel momento in cui accettiamo una relazione in cui “Io non sono più Io, sono il TUO ragazzo, il TUO marito” (suicidio), “Tu non sei più Tu, sei la MIA ragazza, la MIA moglie” (omicidio), “Io non sono più Io, sono la TUA ragazza, la TUA moglie” (suicidio), “Tu non sei più Tu, sei il MIO ragazzo, il MIO marito (omicidio)?
Nell’innesco di questa dinamica psichica perversa e pericolosa che sempre più spesso si traduce in fatti di sangue, la donna non ha forse LE STESSE IDENTICHE COLPE dell’uomo?

Da esplorare

Le situazioni non sono problemi da risolvere, sono opportunità da esplorare

Il rock progressivo è una c…

Una recensione che ho scritto quando avevo vent’anni

Se lo cipolli

Vero che abbaia a ogni rumore, ma se ce l’hai in braccio e lo cipolli affettuosamente quasi non se li fuma più, i rumori #cane

Una finestra

Se volessi scrivere tutti i libri che posso concepire non mi basterebbero 300 anni. Le parole sono una finestra sull’infinito #inquietudine

Per saccheggiare

“La moneta unica è stata l’arma di distruzione di massa introdotta dagli squali della finanza per saccheggiare il benessere dei lavoratori”