Archive

  1. Molto Canada
  2. La corrente
  3. Come se fossimo nell'Ottocento
  4. È una cagata pazzesca!
  5. Chi è il nemico?
  6. Una civiltà che si sta spegnendo
  7. Un campione
  8. Spero
  9. Tolgo la suoneria
  10. A testate
  11. Siete divertenti
  12. Criosauna
  13. Mai dalla penna di uno studioso
  14. Disgustosa
  15. Cazzone
  16. I plaid
  17. Eterno
  18. Così nascono le religioni
  19. Passare a un altro passante
  20. Non fa una grinza
  21. Perché nutrire il mostro?
  22. Ding dong
  23. Diventare più bravo
  24. Non hai ancora deciso dove andare in agosto?
  25. Serve una mediazione
  26. Domandone
  27. Il sentimento di vergogna
  28. Forza maggiore
  29. 8 a 0
  30. Il Grande Nulla
  31. In Norvegia una nave cargo elettrica a zero emissioni in grado di viaggiare senza comandante e senza equipaggio
  32. Padre Nostro
  33. 4 anni
  34. L'impressione di continuità
  35. E mo?
  36. Un'eterna diversità
  37. Una nuova piaga sociale
  38. Fidelizzazione
  39. Vadi
  40. Il requisito fondamentale
  41. Punti magici
  42. I gradi di separazione
  43. Prigioniero
  44. Dovreste
  45. Non ci arrivano
  46. Una coperta
  47. Lontano
  48. 10 mila euro
  49. Due spaghetti alle 5
  50. Amici immaginari per sempre
  51. Può insegnarmi, dice lui
  52. La sintesi
  53. Costa poco
  54. La carriera dell'uomo
  55. Questa espressione non me l'ero mai vista addosso...
  56. Un sentimento puro e fortissimo
  57. La voluttà
  58. I fiori e le stelle
  59. Il brivido e la rabbia
  60. Neanche per 20 euro
  61. L'éparpillement du sparadrap
  62. Nel caos definitivo ed estraneo del futuro
  63. Distacco e rilassamento
  64. Inedito di John Lennon...
  65. Recenti studi
  66. Ottima e pessima
  67. Quand'ero ragazzo
  68. Come i faraoni
  69. Libera espressione
  70. Un pezzo di...
  71. Come si fa a non amare i cani?
  72. Riflessi lenti
  73. Chris
  74. Sognare in pratica
  75. A casa loro
  76. Imbarazzante
  77. On the milky road
  78. Un'idea che mi commuove
  79. Anche gli dei
  80. L'omologazione del cannolo
  81. Ho sentito
  82. Una maggioranza di coglionazzi
  83. Mollatelo
  84. Pure teste di cazzo
  85. Evidentemente
  86. Posso sedermi qui?
  87. Il sogno
  88. Poveretti
  89. Altrimenti
  90. Se
  91. Ma
  92. Che penoso spettacolo
  93. Tutti prima o poi vediamo esplodere quella macchina
  94. Juana
  95. Così parlò l'idolo della sinistra rosé mercatista mondialista che oggi ha scelto il suo leader
  96. Non è mai esistita
  97. Un aneddoto
  98. Cara Lisa
  99. Cicloanarchia
  100. Che sia così che...
  101. Liberazione
  102. Basterebbe
  103. Charango
  104. Assolutamente niente
  105. Ritardo mentale grave
  106. Troika en marche!
  107. Predicozzo della domenica - Dal diritto al posto fisso al diritto al rutto
  108. Nessuno
  109. Pablo ovvero l'arte di racchiudere interi universi in due righe
  110. La perfezione esiste
  111. Sconcertante sorpresa
  112. Mah
  113. Il relativismo nella filosofia contemporanea spiegato da un cane
  114. Scegliere una sola delle due strade non avrebbe senso
  115. Giornalismo senza informazione
  116. Nuova disciplina accademica
  117. Fragile
  118. Nell'attesa
  119. Poco meno che peccaminosa
  120. Sottrarsi al dominio
  121. Fede cieca
  122. Poi
  123. Ovunque
  124. Cani
  125. La stessa funzione delle buste
  126. Si abbracciarono
  127. Comunque
  128. Una diversa frequenza
  129. Non è un fake
  130. Le patatine
  131. Una piccola cosa
  132. Stanotte
  133. Morte equa
  134. Traguardo
  135. Riscoperta
  136. Dal "Trattato di didattica sovversiva" che un giorno scriverò...
  137. È singolare
  138. Introverso
  139. Che conflitto
  140. La dignità
  141. La libertà
  142. La vera vacanza
  143. Come ogni anno
  144. La cosmologia del cane
  145. #Ultimora
  146. Discriminazione
  147. Letale
  148. Un varco
  149. «Anche l'amore è ideologia?»
  150. La scrittura
  151. Se De André fosse stato un cane...
  152. Quasi quasi
  153. Le parole
  154. Un giorno mollerò tutto e farò il dog-sitter full time
  155. Come Ulisse
  156. Anche se
  157. Il mio vestito
  158. Il problema
  159. Vittima
  160. Il che è come dire...
  161. Superstizione
  162. Catinaccio
  163. #Ultimora
  164. Che cosa fa di una poesia una poesia?
  165. Potremmo
  166. Che emozione tornare sulle Dolomiti dopo tanti anni...
  167. Bianchetto
  168. Imminente
  169. Non c'è speranza
  170. Ristrutturare le aspettative
  171. Air pollution kills
  172. Ciò che spaventa della nuova destra nazionalista
  173. Qualcosa di nuovo ce l'ha
  174. Lo spirito del tempo
  175. - Lei non sa chi sono io!
  176. Continuò
  177. Doccia
  178. Prima o poi
  179. Inestimabile
  180. Sarà normale
  181. Propongo di cominciare la settimana alzando tutti il livello intellettuale...
  182. La grandezza
  183. Cento volte
  184. All'infinito
  185. #HappySaturdayNight
  186. Lusso
  187. Devo crederci di più
  188. Il senso dell'ironia dei tedeschi...
  189. Troppa utopia
  190. Il complesso del prigioniero
  191. In fondo
  192. Liberale
  193. Diventa anche tu un maschio Alfa
  194. Porte des Lilas
  195. Sorridenti
  196. Si stanno un po' allargando
  197. Io metterei anche delle bare
  198. Il giogo
  199. Umanismo
  200. L'eventualità
  201. La vita ai tempi di facebook
  202. I gattici
  203. Un prelievo alla fonte?
  204. Interrogarsi
  205. ​Mitilanza #1
  206. Se volevi
  207. La caffettiera
  208. Quando la primavera ti prende male
  209. Come mai?
  210. Le cose davvero belle
  211. Si può ma...
  212. Stile-gambe
  213. Profondo
  214. Mi par
  215. La globalizzazione ha fallito. E adesso?
  216. Abbi pietà
  217. Non mi dispiace
  218. In pace
  219. Mi piacerebbe
  220. Di sicuro
  221. I baffi
  222. Puntuale
  223. Tutto il resto malissimo
  224. Arrivati
  225. Bulimia
  226. Tutto quello che non è esso
  227. Niente
  228. Selezione del personale
  229. Una foto di Henry Ford
  230. In questi giorni di competizioni che sviliscono lo spirito dell'arte, queste parole di Nick Cave andrebbero recitate una decina di volte al giorno tipo preghiera
  231. Il terapista del dolore
  232. Dialogo tra me e me #IeriSera
  233. Sono stato ciò che volevo
  234. C'è una sola spiegazione
  235. Analfabeti politici
  236. L'unica risposta possibile
  237. La puzza
  238. Inoppugnabile
  239. Novantanove
  240. È una fede
  241. Dice che 'n ze po'
  242. Il lusso che cerca l'artista
  243. La loro ultima vittoria
  244. Il decimo album dei Metallica è uno dei più belli di sempre
  245. 98.765
  246. I bisogni del corpo
  247. Il male minore
  248. La sinistra italiana
  249. Manco Cicerone
  250. America First. In bancarotta
  251. Questo fuoco che divampa dentro
  252. Il minimo
  253. Molto contento
  254. Uno su mille ce la fa
  255. Per poche altre cose
  256. L'errore di Dio
  257. Dove
  258. Il cliente
  259. Nessuno può fare quello che vuole
  260. Non solo il diritto ma anche il dovere
  261. Hindi Zahra
  262. La lacrima
  263. News dalla comunità scientifica
  264. Venite qui con noi
  265. Un testo è una giungla
  266. Da anni, tutte le mattine
  267. Il mondo non poteva permetterselo
  268. Gestire l'emergenza
  269. Il teatro
  270. Nauseante
  271. L'evento clou
  272. Ma
  273. Umile
  274. Rossobruni un cazzo
  275. Sulla complessità del lavoro del traduttore
  276. Indispensabile
  277. Potrei benissimo
  278. L'inverno come invito a liberarsi dall'eccesso di attenzione al proprio aspetto
  279. Un record mondiale di fallimento
  280. Mi è passata
  281. Il bello del nuoto
  282. A ggente
  283. Falsa
  284. Caro 2017
  285. È solo la fine del mondo
  286. Nichilista è il potere
  287. Il nuoto
  288. Sentirmi dire "Sono in un momento di rottura con tutto un ambiente artisticissimo che ha la profondità umana delle figure panini. Ma tu no" è una gratificazione tipo premio Nobel
  289. Una schiavitù più sottile
  290. Il sottile confine
  291. Urge
  292. Rispetto
  293. L'intelligenza
  294. Velluto vi augura di cuore il fegato di essere scemi senza perdere la serietà
  295. #Ultimora
  296. Verso un'authority contro le bufale
  297. Caro 2016
  298. La casa nella prateria
  299. Sapienza naturale
  300. Vi volevo chiedere
  301. Il linguaggio
  302. Ti prego, credimi
  303. Solenni
  304. Sarebbe bello
  305. Come dire... io...
  306. Pericolosissima, sta cosa
  307. Definizione di "musica commerciale"
  308. Rotolandosi
  309. 80 grammi
  310. Captain Fantastic
  311. Cambia qualcosa?
  312. Come un'arma
  313. 3
  314. Scuola: ispiriamoci al sistema punti della Coop
  315. Si pronunci la Corte
  316. Onnipotente
  317. Memorizza
  318. Nulla
  319. Non temere
  320. Cercasi
  321. La lontananza
  322. Le parole sono importanti
  323. Separate
  324. Secco
  325. Istigazione
  326. Non è vero che per tenere un cane ci vuole una casa con giardino
  327. Pure i Sioux
  328. #​Cuba #4Dicembre
  329. Basta appelli
  330. L'altra campana
  331. Ma
  332. Ne sentirete di eleganti
  333. Il prezzo
  334. Reggole o un ful immerscion?
  335. Scoop sensazionale
  336. Un uomo lungimirante
  337. Non me la metto
  338. Fidel
  339. 1 a 1
  340. Accordo
  341. Il referendum secondo l'autista del 14 #Bologna
  342. Snobbarlo
  343. Sempre a proposito delle infinite riflessioni che mi suscita l'uso di Duolingo
  344. Mutamenti
  345. "Narratore" parola fuorviante
  346. 90
  347. Mi sa che Walt Whitman voterebbe No
  348. Il mare
  349. I guanti
  350. L'esperienza di Duolingo mi sta facendo nascere dentro un Trattato di didattica sovversiva tra l'altro non sarebbe male come titolo "Trattato di didattica sovversiva"
  351. Nessuno
  352. Pulitzer 2016 a una stagista di Reggio Calabria
  353. L'inverno
  354. Mi raccontano che...
  355. Son certo
  356. Grandi novità a Viale Mazzini
  357. Foss'anche un maiale in calzamaglia
  358. Chi ha vinto le elezioni americane lo scopriremo poi, alla luce dei fatti. Chi le abbia straperse invece è già chiarissimo, sono i mass media
  359. Io e te
  360. Barista
  361. Sul molo
  362. La novità
  363. Come racconterò la vittoria di Trump ai miei nipoti
  364. D'ora in poi
  365. Tecnicamente salva
  366. La nuova ideologia
  367. Whitman e la gallina
  368. La ribellione
  369. Il tempo
  370. Tutto
  371. Il cielo stellato sopra di me
  372. La Ripa della Luna
  373. Anoressia sentimentale contemporanea
  374. #AdessoAlCinema
  375. #Pazzesco
  376. Son da rivalutare
  377. Se doveste un giorno beccarmi in giro vestito così vi autorizzo ad abbattermi
  378. Trattengo a fatica
  379. Non sono cazzate da filosofi
  380. La gente
  381. Vendere
  382. Una scelta
  383. La poesia implica il coraggio di affermare cose che non hanno alcun fondamento se non il proprio impulso di affermarle
  384. Talmente
  385. Sanguinare
  386. 100 mila volte di più
  387. Rutti, sciabolate e colpi bassi
  388. Un'eternità breve
  389. Taxi
  390. Il giusto compromesso
  391. Indisturbati
  392. Confessare
  393. Sempre lì a laikare
  394. Monday
  395. In inverno
  396. Adorabile
  397. Pensierino delicato della domenica (ma cosa dico delicato, quasi natalizio)
  398. Bellissimo solo se...
  399. #CrisiDiMezzaEtà
  400. Il linguaggio di chi non è abilitato
  401. Subito
  402. Il ciclo di vita di un pensiero
  403. Wait... with my coso
  404. Grazie
  405. #PonzioLavatiSteMani
  406. Blues of Desperation
  407. A scuola da vivi - Elena Guidi
  408. #IoVotoNo
  409. Poeti e skinhead
  410. Spettacolare ricostruzione di com'era Bologna nel Medioevo in soli 3 minuti
  411. Sembrare
  412. Sono innocente
  413. Vaneggio
  414. Ma
  415. Limiti
  416. Una delle peggio
  417. Fottuti
  418. Facebook
  419. Paranoia
  420. Pigrizia, come smettere - Gli esercizi
  421. La via più breve
  422. Ipnotizza
  423. Conviene
  424. #BolognaBurlona #Osterie
  425. Moooolto
  426. L'unico momento in cui ride
  427. Favoloso, Il giovane favoloso
  428. Never
  429. Non serve
  430. Questo Paese
  431. Sono
  432. Sorridere
  433. Le parole
  434. Su cosa si fonda?
  435. Il miracolo
  436. Indagato
  437. Fitzcarraldo
  438. Poi
  439. Ciao Mostro
  440. Combatte la barbarie
  441. #Outing
  442. Della felicità sapevo quello
  443. Il controllo dei servizi pubblici!!!
  444. Un criterio scientifico
  445. Di più
  446. Renzerendum
  447. Nulla è cattivo
  448. Combattere
  449. Un gigantesco elastico
  450. Un passerotto
  451. Come sbarcare
  452. E così vorresti fare l'Editore vecchia maniera?
  453. Una via d'uscita dell'arte dal capitalismo?
  454. Girl in Amber
  455. Oscure pulsioni
  456. Rivelazione
  457. Quasi quasi
  458. O il progresso o il business
  459. Nelle sue acque sicure io esito
  460. Al primo sguardo
  461. Ti viene in mente
  462. Ogni volta
  463. Reality killed the facebook star
  464. Un grande applauso
  465. Si può
  466. Che mi succede?
  467. Qualche tonnellata
  468. E così vorresti fare il libraio?
  469. La vera età punk
  470. Di che ci si può fidare?
  471. Sia mai
  472. Modestamente
  473. Più profondo
  474. Gattosa
  475. Le cose migliori
  476. Non oso
  477. Choc
  478. Suonava così
  479. Vi ammiro
  480. Il mondo vuole
  481. #Ultimora #DioEsiste
  482. ​#ReferendumCostituzionale
  483. Se riuscissimo
  484. Un vero amante
  485. Son pronto
  486. Risposte semplici
  487. Una domanda bellissima
  488. Oramai
  489. Qui mi scende la lacrima...
  490. Risorgono
  491. #AdunataAnarcoPedagogisti #tuttaunaltrascuolait #LiveBlog
  492. Intercettare
  493. #AdunataAnarcoPedagogisti #tuttaunaltrascuolait #LiveBlog
  494. Intanto
  495. Tristi carovane
  496. ​#AdunataAnarcoPedagogisti #tuttaunaltrascuolait #LiveBlog
  497. #AdunataAnarcoPedagogisti #LiveBlog
  498. Tutte impossibili
  499. ​#Controinformazione #FontiDirette
  500. #IlGrandeGrossoGuaioCombinatoDallaRaggi
  501. Tutti
  502. #Ultimora
  503. Così a gratis
  504. 3 opere
  505. All'inizio
  506. Colonna sonora
  507. Abbastanza
  508. Una nuova dimensione
  509. La loro inevitabile fine
  510. #RenziFissaLaData
  511. Chi non sei
  512. Poi
  513. Voi bolognesi
  514. Oggi non c'è nessuna crisi economica
  515. Adesso basta
  516. Zona di confort
  517. #FiatUno #Bologna
  518. In ossequio
  519. Prossimo step?
  520. Discorso a un bambino
  521. La pace
  522. Imbiancare è...
  523. Sternutisce
  524. Il lavoro non esiste
  525. Temo
  526. Mi dissocio
  527. Pensaci bene
  528. Settembre mese dei propositi...
  529. La differenza
  530. #UnaSettimanaDaImbianchino #BilancioTecnico
  531. Ma chi vi credete di essere?
  532. Metti che
  533. La mia militanza
  534. Non stuccate quella porta
  535. Come minchia
  536. John
  537. N'omo vero
  538. Per il 27 e il 28 settembre meglio non prendere impegni...
  539. Senza mai parlare del primo
  540. Profonda totale e devastante
  541. Timeless
  542. Con l'amore preventivo
  543. Prima volta
  544. In the mood for love
  545. W. Szymborska - Grande numero - p. 17
  546. Bravissimi
  547. Mi han detto
  548. Prevedo
  549. #MomentiDiSconforto
  550. Sempre
  551. Immediatamente possibile
  552. Ritornare
  553. Il soggetto è il punto di arrivo
  554. Abbiamo sbagliato per troppo tempo
  555. Gloria ai pazzi
  556. #disperazione
  557. La verità
  558. Si fa attraverso di lui
  559. Con ottimismo
  560. Sarei davvero curiosissimo
  561. Indicazioni stradali
  562. Insomma
  563. Il vecchio
  564. Fermo non può stare
  565. Spostare la domanda
  566. Quei milioni
  567. Quello che voglio dire io con parole sue
  568. Mendicante
  569. Ipotesi di soluzione
  570. Quelle notti
  571. Il più codardo
  572. Morbidamente
  573. L'unica accusa
  574. L'inganno atroce
  575. Davvero curioso
  576. Relazionarsi senza violenza
  577. Apperò
  578. Sicuri sicuri?
  579. Sono una capra?
  580. Temo
  581. L'insegnante ideale
  582. I valori
  583. Trovare domande
  584. Il critico
  585. Come nasce e come muore la genialità
  586. La base
  587. Conforta
  588. Nel totale silenzio dei media
  589. All'improvviso
  590. Molto lungo
  591. Giovanilismo da casa di riposo
  592. Vestite
  593. In porto
  594. Il pensiero
  595. La stazione delle corriere
  596. Non un grammo
  597. In luglio
  598. Is my destroyer
  599. Anziché
  600. Eppure
  601. L'ultimo tentativo
  602. Adesso
  603. Il nudo orlo
  604. Quell'istante
  605. Che caspita succede nel mondo
  606. Ultimora
  607. Europeo merda d'uomo
  608. L'allodola
  609. Meravigliose
  610. Lontano
  611. Emergenze sociali
  612. Da campionato
  613. Il dolore dei personaggi
  614. Evita autostrade
  615. Oramai
  616. Annamo
  617. La tua unica
  618. Continua
  619. La dobrada
  620. Qualcosa di forte
  621. Bazooka
  622. Comunicato urgente
  623. Rifugio
  624. The slow reveal of what another body needs
  625. Tre domande
  626. Di fatto
  627. Ci ripagano tutti
  628. Dovevamo capirlo
  629. Pazzesca
  630. Senso di libertà
  631. Dalla sera alla mattina
  632. Grattarsi
  633. Senza se e senza ma
  634. Infinito spazio
  635. Il Gioberti
  636. Esprimersi
  637. La soddisfazione
  638. Funziona
  639. Boia
  640. La coscienza falsatrice
  641. Son fatti così
  642. La metafisica pone la ragione fuori dal senso
  643. Solo per oggi
  644. Er teppista
  645. Le tasche
  646. Non sapevo che il protagonista del film "Il Piccolo Principe" fosse Fidel Castro
  647. Alla velocità di un missile
  648. Il vero motivo
  649. Rotaie
  650. Mi ricordo
  651. Una pura formalità
  652. Il cacciatore
  653. Il Paolo con la chitarra se la cava
  654. Due terzi della superficie terrestre
  655. Chi scriveva ero io
  656. Sotto sotto
  657. Colpo di scena
  658. E poi
  659. Mia madre
  660. Esplode
  661. A un passo
  662. Il professorone
  663. Smentirsi
  664. Non è morta oggi
  665. Gloria agli inglesi
  666. Stupidità sconcertante
  667. È una sconfitta del Capitale
  668. Un gesto di dignità
  669. Cosa diventò
  670. Ballottaggi
  671. Un cucchiaino
  672. Comincia
  673. La gigantesca farsa
  674. La di lei bocca
  675. Capito?
  676. Il sorpasso
  677. Ora
  678. Quando trapela
  679. Obbligo di vacanza
  680. Pienamente attuale
  681. 99%
  682. La relatività spiegata ai ggiovani
  683. Non volere aspettare
  684. Lonely in the void & glee
  685. Indubbiamente
  686. 11 ore
  687. Indescrivibili
  688. L'aspirina
  689. Mi aiuta molto
  690. È una rivoluzione straordinaria. E nessuno la fermerà
  691. Coraggio
  692. Paranoia e narrazione
  693. E sottolineo tutti
  694. Se non vince la Raggi
  695. Sylvia
  696. Osiamo l'imbaciabile
  697. U sole
  698. Niente
  699. Più macchine che persone
  700. La volgarità
  701. Poche
  702. Pretendiamo
  703. Te credo
  704. Al 90%
  705. Verdognolo
  706. Non è solo esercizio formale
  707. Gli appelli contro Trump
  708. Nello stesso istante
  709. 2 ore e mezza
  710. Ineguagliabile
  711. 60 mila
  712. Gli eroi del nostro tempo
  713. Bologna città tranquilla e pacioccona
  714. L'atto fondativo ufficiale
  715. In fondo
  716. Più magia del solito
  717. La cosa più intelligente
  718. Neanche ieri
  719. 34
  720. Perché?
  721. Con parole vostre
  722. Ogni mattina
  723. Mezzora
  724. Il sussidiario
  725. Mi cambia tutto
  726. La grammatica
  727. Incantato
  728. Poco fa
  729. Mi dispiace
  730. Fa davvero di tutto
  731. Il cappuccio
  732. Davero
  733. A bastonate
  734. Quante
  735. Mentre siamo in aria
  736. Migrare
  737. Sotto i portici
  738. Perché è brutta la vita?
  739. Marx e Orfini
  740. Per legge
  741. Beati
  742. Annamo male
  743. Non credo
  744. Questa non è Formazione
  745. 4 minuti strepitosi
  746. Un tot
  747. Dieta religiosa
  748. 22 anni
  749. Una canna
  750. Di nuovo
  751. La cima
  752. Una soluzione più pratica e più sicura
  753. La Bambola
  754. Non sa cosa risponderti
  755. One simple undying rule
  756. Come avvicinarsi alla Natura
  757. 4 milioni di persone
  758. Ovunque
  759. Ci vendono il lavoro
  760. Credetemi
  761. Alla fine
  762. Benone
  763. Perbenismo anaffettivo
  764. Il motivo per cui dobbiamo descolarizzare la società
  765. Bestiale
  766. Il momento più sacro dell'anno: il primo melone
  767. Questa è bellissima
  768. Se mi segano
  769. Veloce come il vento
  770. Guglielmo ti voglio bene
  771. Gli uomini del 400
  772. Gregorio
  773. Solo una nuova e inutile materia
  774. Chi?
  775. Ricevuto al Quirinale
  776. Liberazione?
  777. Ricoverato
  778. Questione di contesto
  779. Il paradosso di Achille e la tartaruga spiegato ai giovani
  780. L'insegnamento dei valori è un disvalore
  781. Il diritto ad educare non esiste
  782. Scusate
  783. Al
  784. #2016
  785. Non devo lasciarmi ingannare dalle apparenze. Non è voglia di birra
  786. Sotto costante minaccia
  787. L'incubo dello scaffale vuoto
  788. La Riforma Salvini
  789. Ci spaventa ciò che un essere umano può diventare
  790. Il paradiso
  791. La rivoluzione copernicana di cui ha bisogno la scuola
  792. Rallentare
  793. E se
  794. Autorizzato
  795. Lasciamolo trivellare
  796. Angosciante
  797. Mutua educazione
  798. In massa
  799. I due Poteri
  800. Sacro
  801. Che angoscia
  802. Il motivo per cui le persone di successo ci stanno sul cazzo è che si trovano in condizione di poter dire la verità
  803. Che mi si sputi
  804. Il futuro è il Librificio
  805. Qualche domandina dovreste farvela
  806. Abbasso l'Uomo-Specchio
  807. MoVimento 7 Microscopi
  808. Un filino
  809. È un autogol
  810. Cari scienziati contemporanei
  811. Veramente
  812. La più bella vittoria del dopoguerra
  813. Geniale
  814. È fallita
  815. Sara Lov
  816. Divino
  817. Il sogno
  818. Pretendo il Nobel
  819. In definitiva
  820. Neologismi
  821. Una cosa stranissima
  822. Me lo concedo
  823. Una botta
  824. Nebulosa
  825. Pericolosissima
  826. Una gara solitaria
  827. Con gioia
  828. Pessoa era Pessoa anche da bambino
  829. Orrore
  830. Carissimi
  831. La parola fine a questa discussione
  832. Tu come sei messo?
  833. Completamente a posto con te stesso
  834. Ultimacy
  835. Utile da ricordare nei casi in cui l'abbiamo fatta grossa
  836. Prometto
  837. Il terzo stadio
  838. Aperte le visite
  839. Scuola Potere e Capitale
  840. La fondo io
  841. Poi
  842. Non adesso
  843. Debordante
  844. Il secondo stadio
  845. Innocente
  846. Cazzo è successo?
  847. È affascinante
  848. L'origine del male è il rifiuto del corpo
  849. Un filo
  850. Il primo stadio
  851. L'ultimo disperato tentativo
  852. Ditemi che ho capito male...
  853. In armonia
  854. Non vi avevo detto
  855. La biro
  856. Reclusi
  857. Due cosine sul tanto amato Eisenhower e sulla nostra simpatica idea che la guerra finì nel 1945
  858. Pensateci bene
  859. Un culo così
  860. Mai
  861. La speranza
  862. Se un indovino
  863. L'alienazione
  864. Che cos'è l'arte
  865. Picchia duro
  866. Nel corpo
  867. Pensa
  868. Benefici e diritti
  869. Il giorno prima
  870. Tipo santino
  871. Una scintilla
  872. Come vorrei
  873. Silente
  874. Fissazioni
  875. Dall'aria e dalla luce
  876. Tutti
  877. Ma
  878. 27 milioni
  879. Il danno interiore
  880. La competizione
  881. Lo strumento
  882. Il più geniale
  883. Dimenticato
  884. Il fondamento psichico dell'Impero americano è una psicosi
  885. Si può solo sfiorare
  886. Soffro e sogno
  887. Completamente
  888. Coglioni
  889. Piuttosto ragionevole
  890. Oggi come oggi
  891. Alle 10
  892. Uno snodo fondamentale
  893. Coltivare l'immaginazione
  894. Che strane sensazioni
  895. Fanculo a me
  896. Studiare fa male
  897. Senza favole confortanti
  898. Reclamano la loro gioia
  899. Come se non esistesse
  900. Il nuovo diritto da conquistare
  901. Conseguente
  902. Decrescita Interiore Felice
  903. Crisi di rigetto
  904. Buon 8 marzo, donne
  905. Sei mesi
  906. È buono?
  907. Già che c'è
  908. Se
  909. La favola di Hiroshima e Nagasaki
  910. Cose strane
  911. Non è una frusta
  912. Proseguono
  913. Estremi
  914. Vivere senza la certezza
  915. Chissà
  916. Dissidenza
  917. Effervescenza
  918. La lieve puzzina
  919. #Bologna
  920. Il secondo
  921. Mostrare, non raccontare
  922. Indegna
  923. Un'epoca figlia del fallimento
  924. Chi sconfisse il nazismo
  925. Con una frase
  926. Nuove frontiere
  927. Genio
  928. Almeno qualcuno
  929. Estorsione
  930. Impennata
  931. Attraverso la tortura
  932. Zero
  933. Possibili strategie
  934. Chi è più pazzo?
  935. Cose troppo pese
  936. Non capisco
  937. Di un altro
  938. Il suo posto
  939. Squallidi
  940. Ce vorrebbe
  941. Da lì a là
  942. Turbe pese
  943. Legacy Edition
  944. Il più rilassante
  945. La scelta
  946. You and I
  947. Il problema principale
  948. Quotati
  949. Fa sbragare
  950. Al bar
  951. Le forme politiche del mondo contemporaneo
  952. Un uomo coraggioso
  953. Non si può
  954. L'unico modo
  955. Outside
  956. Solo
  957. Molto più grave
  958. Come si diventa intelligenti
  959. Irrecuperabile
  960. Inspiegabile
  961. Stonato
  962. L'inizio del ritornello
  963. A-storico
  964. In un senso molto più sottile
  965. Che tu non conosci
  966. Se nessuno la munge
  967. Non puoi
  968. Qualche anno dopo
  969. In stile moderno
  970. Lontano
  971. Senza fatti
  972. Svagate
  973. Sognare
  974. Quelle ondate
  975. Quello stesso scabroso tema
  976. Ubriacando
  977. Una piccola bibbia
  978. Ora
  979. Il più bello
  980. Quel che non abbiamo
  981. Eppure
  982. Invito alla rapina gentile
  983. Il tempo
  984. Piccola divergenza
  985. Nell'attesa
  986. The Revenant
  987. L'unico modo sano
  988. Mi sono rotto il... coso della cerniera
  989. Cambio di scopo
  990. Un buon testo deve essere più intelligente di chi lo scrive
  991. Fresco e sbarazzino
  992. Noi cambiato flizione
  993. Soddisfazioni
  994. Non ci si riesce
  995. La ggente
  996. Notiziona incredibile!
  997. 20
  998. Persino uno stronzo
  999. Facciamone tante ovunque
  1000. Dimissioni immediate
  1001. Basta
  1002. Veti
  1003. #amore
  1004. Unisono is not good
  1005. Fausto Malcovati ti voglio bene
  1006. Deperimento
  1007. #cani #amore #vecchiaia
  1008. L'accelerazione
  1009. Chi ti capisce
  1010. Creare universi è una buona idea
  1011. La salute mentale
  1012. Finta
  1013. Immergersi in profondità nel proprio lavoro
  1014. La ggente
  1015. La balla della cultura
  1016. Destinato
  1017. Mi appassiono
  1018. Punto
  1019. Velluto spiega Bukowski ai non addetti alla notte
  1020. La prima radice
  1021. Il tip-tap
  1022. Non può
  1023. Da domani
  1024. Scusa
  1025. Puro autoritarismo neo-feudale
  1026. L'attimo
  1027. #AdessoAlCinema
  1028. Dimagranti
  1029. Profondamente
  1030. #ScritturaCreativa #StephenKing
  1031. 4
  1032. Mai
  1033. La demenza
  1034. Nel suo più osceno splendore
  1035. Irritazione
  1036. Altrove
  1037. No way out
  1038. Un augurio
  1039. In definitiva
  1040. Idea per avviare la transizione
  1041. L'insomma
  1042. La scarsità
  1043. Pulita
  1044. La determinazione
  1045. Questa non mi era ancora successa...
  1046. Vi odio
  1047. Neanche
  1048. Si vendica
  1049. Cessa
  1050. La libertà
  1051. Lo puoi fare da solo
  1052. Le statue
  1053. La fatica
  1054. Deve
  1055. UE serva della Monsanto
  1056. #AdessoAlCinema
  1057. Le canzoni
  1058. Bella la luce del mattino! #Bologna
  1059. Pure un party
  1060. Molto buon senso, pura pazzia
  1061. Adesso
  1062. Mentre
  1063. Ma che gente frequenti?
  1064. False friends
  1065. Molto bene
  1066. La sola
  1067. Ma voi
  1068. La risposta perfetta se ti dicono che leggi poco
  1069. L'annosa questione del crocifisso nelle scuole
  1070. C'era pure un cesto di frutta
  1071. Rincoglionito
  1072. Per sempre
  1073. Solo per secondo
  1074. Va fermata
  1075. Is in the air
  1076. Totale
  1077. Niente
  1078. Il giorno prima
  1079. Poi
  1080. Disinfestazioni biocompatibili
  1081. Basta fare i gufi!
  1082. È tutta così
  1083. Il grande spazzino
  1084. Tutto daremo, per Te
  1085. La bazza di essere una pianta
  1086. Ma che cazzo
  1087. Il segreto della pazienza
  1088. Lo smarrimento
  1089. Non saprò mai
  1090. Che soggetto, mia nonna...
  1091. Come un innamorato
  1092. La faccetta
  1093. Il lusso
  1094. Allegramente
  1095. Nietzsche
  1096. Come sarebbe un Paese libero dall'Imperialismo
  1097. L'abuso
  1098. Diciotto
  1099. Just let that function
  1100. Una cosa strana
  1101. Quasi
  1102. Mostri che ci governano
  1103. Le piccole oscillazioni emotive nella coppia
  1104. Mo
  1105. Ogni volta
  1106. Troppo cool
  1107. La decisione è presa
  1108. Un grande miglioramento
  1109. Gli zuccheri
  1110. Un po' una minchiata
  1111. Quella stronza
  1112. Nella carta stagnola
  1113. Subito
  1114. Puzza
  1115. 18 mila
  1116. Oggetti indispensabili
  1117. Il coraggio
  1118. Però
  1119. La più grande
  1120. Si direbbe
  1121. Non lo vedo
  1122. La politica non esiste, esiste soltanto la guerra
  1123. I cervelli che ci governano
  1124. Altrimenti andateci voi
  1125. A ciel sereno un cazzo
  1126. Guardare senza vedere
  1127. Fonzie
  1128. Un punto di svolta
  1129. La crescita economica
  1130. È una libidine, ma è triste
  1131. Un ribaltamento totale
  1132. A posteriori
  1133. Ciò che è avanzato
  1134. L'unica cosa
  1135. Lo scheletro
  1136. Il nostro bene è al di là del nostro interesse
  1137. Qualcosa
  1138. Se
  1139. Non ci saranno più
  1140. 403 stronzi
  1141. Cazzate per decenni
  1142. Ciò che non appartiene a nessuno
  1143. Inspiegabile
  1144. Follia
  1145. Felicità
  1146. Porco
  1147. Inimmaginabile
  1148. Mentre tornavo a casa a piedi
  1149. Veramente figo
  1150. Buffo
  1151. Vola
  1152. La schiuma
  1153. V'assicuro
  1154. Tutti voi
  1155. Con i popcorn
  1156. Ma chi cazzo gliel'ha detto?
  1157. Fades
  1158. Il tuo cervello
  1159. Incredibile
  1160. Fondamentale
  1161. Esigo
  1162. Il massimo della sfiga
  1163. Troppo
  1164. Massacrato
  1165. The Lobster
  1166. La visione di una forma
  1167. L'eventualità
  1168. Ripetutamente
  1169. #IPiccoliOrgasmiDellaVitaQuotidiana
  1170. Vorrei
  1171. Tutto è già preso
  1172. Per giorni
  1173. Delle volte
  1174. Mai
  1175. Imbarazzo
  1176. #frasigeniali
  1177. Non so bene come sia possibile
  1178. L'esatto contrario
  1179. È un libro scabroso
  1180. Mi sa di narrativa che perturba le strutture mentali
  1181. Dentro c'è un ambiente che non mi piace
  1182. Sara Lov
  1183. Come guizzo di pesce nell'acqua
  1184. In nome della costruzione pratica ed infelice della vita
  1185. Il maestro della prosa post-alfabetizzata
  1186. Dopo
  1187. There was some kind of warning from the government
  1188. Nulla che possa arrestarla
  1189. Profondamente
  1190. Se so' rose
  1191. Un minuto di silenzio
  1192. Cercasi
  1193. Storia di un idiota narrata da lui stesso
  1194. Una su venti
  1195. La realtà
  1196. Le cose incompiute
  1197. Mi spiace
  1198. Non se lo fanno
  1199. Chi l'ha detto?
  1200. Anche
  1201. Mirabolanti imprese
  1202. Seppur più timidamente
  1203. 80 grammi
  1204. Se lo merita proprio
  1205. Catapultato
  1206. Cazzo vuoi farci
  1207. Come vuoi tu
  1208. La gara a chi è più fascista
  1209. Cortocircuiti
  1210. Una questione da lasciare aperta
  1211. Quel guaio terribile
  1212. Terrore
  1213. Trasformare le paure in romanzi
  1214. Per gli storici del XXII°
  1215. Ma
  1216. Mi sembra
  1217. Quell'imperativo impossibile che ci governa
  1218. La parte più inquietante del copione
  1219. Gli scrittori su facebook
  1220. Proprio
  1221. Furbissimo
  1222. Chi?
  1223. Il caldo percepito
  1224. Tutto quello che facciamo
  1225. La molla
  1226. Dogue
  1227. Vivere senza raccontarla
  1228. Sull'orlo
  1229. La foto di quel migrante-bambino siriano morto annegato
  1230. Cosa cazzo
  1231. Straconvinto
  1232. Ci sarà sempre battaglia
  1233. Pericolose, le abitudini
  1234. Ma come ha fatto?
  1235. Cosa prova?
  1236. Lo scrittore e le donne - Video per soli uomini
  1237. L'unico
  1238. Il mondo è Dio che è morto. L’anima è il riflesso di quella morte
  1239. Così
  1240. Risposta virtuale a scoppio ritardato a una domanda alla quale così su due piedi ho risposto in un modo che mi è poi apparso non soddisfacente
  1241. #Bologna #Muri
  1242. L'invenzione più importante della storia della letteratura mondiale
  1243. Gradevoli cagate
  1244. Non abbiamo il coraggio di ammetterlo
  1245. Una piccola tragedia
  1246. Non la scarterei
  1247. Nessun filo
  1248. Il grilletto
  1249. L'altra faccia del colonialismo
  1250. Una cosa che senz'altro non mi riuscirà
  1251. Bitti
  1252. Tutti sti radical-chic di merda
  1253. Le tenebre totali
  1254. Dinosauri che vomitano lavastoviglie
  1255. Chissenefrega
  1256. Compiangiamoli, quelli che stanno meglio
  1257. Riordinare il mondo
  1258. Convegni estivi
  1259. È da settimane che scrocco la luce che emana da questo pensiero per me molto illuminante
  1260. Altrimenti
  1261. Partito
  1262. Pausa
  1263. The Great Song of Intolerance
  1264. Una festa campestre
  1265. Anziché due fratelli, due sorelle
  1266. Ma che caspita di gente incontri, tu, nella tua vita?
  1267. Di quelle che proprio...
  1268. Amor vincit omnia
  1269. "La famiglia Bélier", di Éric Lartigau, 2014
  1270. Bolle di sapone
  1271. Per niente
  1272. Son gente così, gli scrittori
  1273. Questo mondo nuovo
  1274. Per sabato prossimo butta bene
  1275. Natan Rondelli, "What's Going Wrong?" (2015)
  1276. Quando sarà il mio momento?
  1277. Di solito i poeti non parlano
  1278. Oppure
  1279. Caos terminale
  1280. In fondo
  1281. Come si fa a non volergli bene a sto fulminato?
  1282. Le Kagacazov seconde nella classifica dei libri indie più venduti in marzo!
  1283. Tranne che
  1284. Bellissime
  1285. Se
  1286. Wovenhand, "Sparrow Falls"
  1287. Vita da bohème
  1288. Le persone che amano davvero quel che fanno
  1289. Una stralunata ênquete sul filo del paradosso e dell'ironia
  1290. Temo
  1291. Kagacazov Live Show @ Ubik - Bologna
  1292. Non "Syriza" più
  1293. La traccia n. 2 del secondo album di Natan Rondelli fa così:
  1294. Lettore, puoi esser fiero
  1295. La donna angelicata e il dolce stil novo
  1296. Non sono chi sono
  1297. Vecchio
  1298. Si legge con dolce allegria
  1299. Interamente
  1300. Velluto consiglia: Birdman
  1301. Ora
  1302. La logistica di Amazon: 15.000 robot-facchini. E pensare che continuano a prometterti un lavoro
  1303. Non te l'aspetteresti
  1304. Quando si credeva si potesse
  1305. La direzione verso la quale tutte le cose vanno è la democratizzazione di tutte le cose
  1306. La prima canzone del secondo album di Natan Rondelli fa così:
  1307. Quelli della prossima
  1308. Ciucciami il calzino!
  1309. Il reato di tortura finanziaria
  1310. Mi sembra
  1311. Una bizzarria
  1312. Qualsiasi cosa
  1313. Ai tempi del fascismo non sapevamo di vivere ai tempi del fascismo
  1314. Selfie animalista
  1315. Un mucchietto
  1316. Le parole di un uomo onesto
  1317. Fuori dai pantaloni
  1318. Si potrebbe
  1319. Possibilmente
  1320. Pensò di avere i requisiti dell'artista ma...
  1321. Selfie mentale ovvero domande fotografate senza veli nel mentre che si aggirano nel mio cervello
  1322. Forse
  1323. Del tutto disadattati
  1324. La famosa fontana del Nettuno
  1325. Imbattibile
  1326. Un collasso ogni 50-60 anni
  1327. Outing peso
  1328. Il fascino è lo stesso
  1329. È arrivato
  1330. Errori e orrori
  1331. Una Scuola di Incoscienza
  1332. Indescrivibile
  1333. Un Fuggitivo
  1334. 22 milioni di persone
  1335. Due forze per loro natura antitetiche
  1336. Non capisco
  1337. E lui
  1338. A sto punto
  1339. Assurdo
  1340. Ma
  1341. Un filino di angoscia
  1342. Il faccione
  1343. Assenzio
  1344. Inaffrontabilmente
  1345. Al primo posto
  1346. Queste son soddisfazioni
  1347. Un profondo rispetto
  1348. La traccia 8 del primo album di Joe Cocker fa così:
  1349. Urca
  1350. Prima si snerva
  1351. Non fa una piega
  1352. È possibile?
  1353. Son mica tanti
  1354. Subito
  1355. Stordito
  1356. Si posson fare magie, con le parole
  1357. Domani al Duse c'è Debora Natoli
  1358. Incorreggibile
  1359. La storia umana
  1360. Bastone rovente
  1361. Non è stato facile
  1362. Teoria Vellutiana che spiega il collasso dell’industria musicale
  1363. L'efficienza
  1364. Son già al settimo
  1365. Il pelo
  1366. L'aspirapolvere
  1367. Oltre
  1368. L'ho rifatta
  1369. Ogni tanto lo costringono
  1370. Lo stesso
  1371. La traccia 18 del nuovo disco dei Pink Floyd fa così...
  1372. Profezia vellutesca della sera
  1373. "Le sorelle Kagacazov" nel Google Play Store
  1374. Un fazzoletto
  1375. Commovente
  1376. Personal branding
  1377. Velluto video-commenta il filmone turco che ha vinto a Cannes
  1378. La strada maestra
  1379. Entro 5 minuti
  1380. Velluto come Socrate: corrompe la gioventù
  1381. 2000 pagine
  1382. 47
  1383. Il mio bisogno primario
  1384. Intimamente straziante
  1385. Basta
  1386. Android
  1387. Octopus
  1388. Troppo ottimista
  1389. Menalmeccanico
  1390. Halloween
  1391. Per non dire bellissimi
  1392. Pure
  1393. Di troppo
  1394. Un marchio a fuoco
  1395. Non c'era scritto
  1396. Un libro, non una strategia commerciale
  1397. Poiché
  1398. Un po' come diventare antifascisti il giorno dopo la caduta del fascismo
  1399. Le 8 ordinanze
  1400. Dio
  1401. In un clima transpersonale
  1402. O meglio
  1403. Una volta deciso
  1404. Quel piede che fuoriesce: tre risposte a tre recenti affermazioni di Bertinotti
  1405. Dobbiamo aspettarci il crollo
  1406. Reti a integrazione laterale
  1407. Dopo
  1408. Disertore
  1409. Aqui manda el pueblo
  1410. Candid camera da Oscar
  1411. Verso una meta ignota in assenza di mappe
  1412. Tutto cominciava a sdoppiarsi
  1413. Sulle prime, più che sulla seconda
  1414. Profondo
  1415. Io non evolvo
  1416. Le sorelle Kagacazov nell’Amazon Kindle Store
  1417. Propongo
  1418. Assurdo
  1419. Il segreto
  1420. 37
  1421. Primo intervento di Grillo al Circo Massimo: riassunto con parole sue
  1422. Irriducibilità
  1423. Né Dio né mio
  1424. Un capolavoro spiazzante
  1425. Un solo post
  1426. Il primo passo
  1427. Ti sembra
  1428. C'è uno
  1429. Dovrebbe essere un bancomat
  1430. E' in realtà urlo
  1431. Rinco
  1432. Un bambino no
  1433. Impossibile
  1434. Bestiale
  1435. E' stato lui
  1436. TFR
  1437. Non ha biografia
  1438. Per cercare l'incanto
  1439. Io non posso
  1440. Anche se
  1441. Cominci
  1442. Mai
  1443. Tutti
  1444. Io voglio sentir tutto
  1445. A modo suo
  1446. Spettacolare presa per il culo dei videoclip americani fatta da due russi
  1447. Tanto meno
  1448. Tutto il resto
  1449. Inaccessibile
  1450. Selfie d'antan
  1451. Nel sangue
  1452. L'esigenza primaria
  1453. Dagli obblighi ai contratti
  1454. Dopo secoli
  1455. Un diritto condizionato
  1456. Non voleva
  1457. Niente
  1458. Gli scrittori depressi
  1459. Ma
  1460. I concordi fascismi
  1461. Gonne
  1462. Adulterio
  1463. Ma anche
  1464. "Le sorelle Kagacazov" sull'Apple iBook Store
  1465. La libertà
  1466. Dimenticare se stessi
  1467. Su ogni cosa
  1468. Alle spalle
  1469. Non ce ne sono
  1470. Molto peggio
  1471. Se non parlassero
  1472. 7 novembre
  1473. Se non ci fossero
  1474. Immenso
  1475. Se non ci fosse Youtube delle perle così mica le troveresti...
  1476. Accettando il rischio del linciaggio condivido il mio punto di vista sul femminicidio
  1477. Da esplorare
  1478. Il rock progressivo è una c...
  1479. Una recensione che ho scritto quando avevo vent'anni
  1480. Se lo cipolli
  1481. Una finestra
  1482. Per saccheggiare
  1483. Ingannato
  1484. Selfie della serie "È tutto un equilibrio sopra la follia"
  1485. Pensa
  1486. Cose che ho imparato oggi
  1487. Il Woody Allen francese
  1488. Mai avuta
  1489. Inutile
  1490. Ci son dei ma
  1491. Dilaga
  1492. Efficace
  1493. Collaborativismo
  1494. Da anni
  1495. Inatteso
  1496. Sul muro di un bar di Verucchio
  1497. È una resa
  1498. Il tweet
  1499. Vento forte
  1500. Come se sentisse
  1501. La speranza
  1502. I fratelli Kagacazov
  1503. Fra 10 anni
  1504. La seconda mano
  1505. Unguento
  1506. Non c'entra
  1507. Ognuno ha i suoi problemi
  1508. Non è retribuito
  1509. Mutanda
  1510. Fucilati
  1511. Books not dead
  1512. Anch'io
  1513. Un'idea commerciale geniale
  1514. L'estate sta finendo
  1515. Gioia e terrore
  1516. Cappio
  1517. Declinazioni
  1518. Sbattimenti
  1519. Nessuno
  1520. Selfie del venerdì sera
  1521. Un diritto spirituale
  1522. Spero
  1523. Teneramente
  1524. Era ora!
  1525. In nessuna cosa
  1526. Illustrazione pacifista dei primi del Novecento
  1527. Nuovi generi letterari
  1528. Un meccanismo
  1529. Per lui
  1530. Tutte
  1531. Per un attimo
  1532. Ha ragione Amazon
  1533. Chiedere a un autore di parlare di un suo libro
  1534. Tutte le volte
  1535. In anticipo
  1536. Più volte
  1537. Rimandavo
  1538. Io partecipo... a happy summer to you all!
  1539. Si potrebbe
  1540. Il messaggio
  1541. Mi par di capire
  1542. Coi controcazzi
  1543. Come diceva lui
  1544. Facciamo così
  1545. Amarcord
  1546. Subito
  1547. Nel loro habitat
  1548. L'unica cosa che mi preme
  1549. Come fosse la cosa più normale del mondo
  1550. Sull'agenda
  1551. Le sorelle Kagacazov su bookrepublic.it
  1552. Locke
  1553. Nessun uomo
  1554. Otherwise
  1555. Cospaia
  1556. Emozione
  1557. Fondata sul Divano
  1558. #italiauruguay
  1559. Velluto comincia le prove per i prossimi reading
  1560. Un po' così
  1561. Su un muro di Bologna
  1562. Con l'anima piccola
  1563. Anche il contrario
  1564. Un disastro
  1565. Solo cose cor
  1566. Come un condor ipotetico
  1567. Non mi lamento
  1568. Magia
  1569. Un diario fantastico
  1570. Subito
  1571. Poverino!
  1572. Mi sembra
  1573. Persino
  1574. Perfetta
  1575. Finalmente
  1576. Ora
  1577. Sabato
  1578. Da un'altra galassia
  1579. Il tentativo
  1580. Cripto-endorsement
  1581. Delle volte
  1582. Una nuova epoca
  1583. Svincolato
  1584. Molte volte
  1585. #battaglieperse
  1586. Christian e Anastasia
  1587. Mentecatti
  1588. Una discendenza migliore
  1589. Una nuova psicosi
  1590. Strana
  1591. In sogno
  1592. Tutte le foglie che non cadono
  1593. Tutti
  1594. Si è chiusa un'epoca
  1595. Non oso immaginare
  1596. Dovreste
  1597. Confortante
  1598. Coglionazzo
  1599. Solo un ombrello
  1600. Dio Cane
  1601. Incredibile
  1602. Solenne
  1603. È mio dovere proteggerLa
  1604. Terrorizzata osservazione
  1605. Ridicolo
  1606. #ComunitàEbraicaVSBeppeGrillo
  1607. Sono assalito
  1608. Viene difficile
  1609. Se
  1610. Ma se
  1611. Irreversibile
  1612. La testa
  1613. A rischio pannetto
  1614. Un modo timido
  1615. Bassezze
  1616. Quella cosa lì
  1617. Vintage
  1618. Quelli più a rischio
  1619. Il rischio
  1620. Limone
  1621. 10 anni
  1622. Un trastullo
  1623. Troppo
  1624. Non resta che lo sport
  1625. L'aneddoto del cefalo
  1626. Poi
  1627. Lento
  1628. Zabaione
  1629. Per un attimo
  1630. E invece niente
  1631. Sognare in grande
  1632. Non si sminchiano più
  1633. Son formule, non categorie
  1634. Di meno
  1635. Centinaia
  1636. Un'energia particolare
  1637. Nell'attesa
  1638. Cantamela col corpo
  1639. Con l'acqua attaccata al culo
  1640. Non posso che unirmi al coro
  1641. Appaltato?
  1642. Se
  1643. #piscosidelterzomillennio
  1644. #amoriridicoli
  1645. Un mocio, vi prego
  1646. Outing
  1647. Smetterla
  1648. Senza bisogno di fondi UE
  1649. Aiuto!
  1650. Non ho capito
  1651. 40 ore
  1652. Le cose sono cambiate
  1653. La non-fine
  1654. Quel senso euforico di apertura dell’essere
  1655. Christian Grey
  1656. Solo se ti considera cretino
  1657. Comunque
  1658. Drizzar le gambe ai cani
  1659. Velluto esordisce nel teatro (di sabato pomeriggio, che di solito c'è poca gente, in internet)
  1660. Un po' lentino
  1661. Ma
  1662. Personaggi di un unico sogno
  1663. Evidente
  1664. Il diritto di essere una prostituta
  1665. Mai più
  1666. Oltre
  1667. Quasi quasi
  1668. Eppure
  1669. Cintura
  1670. #sanvalentinodimettiti
  1671. E pensare che a volte mi sento un grafico
  1672. In un posto bellissimo
  1673. Mica male
  1674. Favorevole
  1675. Che bello quando mi capita di fare un lavoro di grafica
  1676. Un tantino
  1677. È finito
  1678. Valanga
  1679. Di nuovo in quota
  1680. Se
  1681. Voglia di un libro delicato
  1682. Bastardissima
  1683. Per favore non chiamatelo amore live n. 8
  1684. Manca un pezzo
  1685. L'unica
  1686. Ci sta invitando
  1687. Il nuovo film dei fratelli Coen
  1688. Freddi con Dio
  1689. medium.com
  1690. È il momento di investire nei sogni
  1691. Al canarén
  1692. Incredibile
  1693. L'eccesso di sbattimento
  1694. Il tabaccaio
  1695. Ora mi sento davvero uno scrittore
  1696. Ci vorresti tu
  1697. Luoghi da visitare a Bologna
  1698. Dimezzato
  1699. Siamo oltre
  1700. Mi meraviglia
  1701. A scuola mi davano dei quattro
  1702. Una sensibilità diversa
  1703. Sola in mezzo a miliardi di stelle
  1704. Ordinary Love
  1705. Gustosissimo
  1706. Squarcialupi
  1707. Creativo sì, #coglioneNo
  1708. Quando
  1709. Fare giustizia
  1710. Un viandante cosmico
  1711. Continua a correre
  1712. Impegni gravosi
  1713. Piuttosto
  1714. Io non ho una testa
  1715. Quasi commosso
  1716. C'era un uomo con i capelli rossi che non aveva i capelli
  1717. La differenza tra una mela e un filetto alla Voronoff
  1718. Molto meglio
  1719. 3%
  1720. Poi
  1721. Cose che dal Velluto non ti aspetteresti
  1722. Non lo considerava
  1723. Dovrebbero vergognarsi
  1724. Innocents
  1725. Learco Pignagnoli Maestro Zen
  1726. Post ottimista di inizio anno
  1727. Tesori che non si possono comprare
  1728. Se
  1729. Dalla sfoglia alla soglia
  1730. Nulla da perdere
  1731. Spero sempre che il buono perda
  1732. Quello che sta arrivando
  1733. Se innamorato sì
  1734. Happy Christmas
  1735. A Natale si può dare di più
  1736. Ribelle
  1737. Minchia che cover!
  1738. Nel tentativo di afferrare il soggetto del proprio patimento
  1739. Le conseguenze dell'amore (per il cane)
  1740. Sospingere la gente in paradiso con il bastone
  1741. Dipendenza
  1742. Kurt
  1743. Il massimo sarebbe una Banca Centrale Europea Pubblica
  1744. #Forconi
  1745. Almeno mezz'ora al giorno
  1746. Un universo parallelo
  1747. Il bunker
  1748. Quando una donna è molto vivace
  1749. Una politica culturale omologata e conservatrice
  1750. Daniele Benati che prende per il culo Moravia
  1751. Peccato
  1752. Charlie Kaufman è un genio
  1753. Velluto ti legge "Spiccioli" di Giovanni Nadiani
  1754. Commovente pazienza
  1755. Saper vedere quel che si nasconde dietro una scoreggia
  1756. Una libronovela
  1757. Il motivo per cui pubblico è bello
  1758. L'amore porta sempre alla follia
  1759. Una domanda che non dobbiamo smettere di farci
  1760. Scalzo in mezzo a cocci di vetro
  1761. Non c'è nessuno alla guida di questo treno
  1762. Il Signore non funziona in questo modo
  1763. Diamo un po' di numeri
  1764. Vivere è essere un altro
  1765. Il proletariato del pensiero
  1766. Profetica descrizione di quello che ci sta succedendo adesso a causa della nostra maledetta moneta-debito
  1767. Come cominciare un'opera d'arte
  1768. Scuola e anarchia
  1769. Il mondo è un accordo
  1770. Peppacul
  1771. Pesissimo essere un autore autoriale
  1772. Purtroppo non abbiamo al governo un bambino di 5 anni
  1773. Eppoi non tutti sanno che abbiamo uno strumento giuridico che si chiama debito detestabile
  1774. Il problema principale
  1775. Se è vero, come sostiene Bukowski, che la poesia è dire tanto con poche parole, questa è poesia
  1776. Non c'ho mai voglia di fare un cazzo
  1777. Il lavoro non è un valore
  1778. Dal nazismo militare al nazismo finanziario
  1779. Un incessante monologo interiore
  1780. Cose che nel pensarle mi stupisco di me
  1781. Roma indietro di un secolo
  1782. Figli di Troika
  1783. Isteria collettiva
  1784. In ottobre battuto il record di pagine viste qui su andreavelluto.com
  1785. 10 miliardi regalati alle banche
  1786. Un proprio autonomo intervento
  1787. Sto proprio diventando vecchio
  1788. Joris Voorn
  1789. Metallica 3D - Through the never
  1790. Ho ricevuto una mail commovente
  1791. Acqua che non dà nessun beneficio
  1792. Amazon mi ha promosso, sono ufficialmente uno scrittore dell'Ottocento
  1793. Pizunèra
  1794. Deve
  1795. Non aveva alcun senso se presa di per sé
  1796. Smart life
  1797. Una performance mica da poco
  1798. Il mio vicino di casa è un romantico
  1799. Per quale mansione?
  1800. Portare in officina il pilota
  1801. Questa mi commuove tutte le volte che mi ci imbatto
  1802. Che nostalgia
  1803. Davvero
  1804. Psiconevrosi fobico ossessiva
  1805. Svegliarsi una mattina su una spiaggia sconosciuta di fianco a un cane che russa
  1806. E così vorresti un lavoro?
  1807. Sono diciassette anni
  1808. Bellissimo, soprattutto per l'originalissima grafica old style
  1809. Per niente a disagio
  1810. Un romanzo pessimo
  1811. Nel blues del cielo
  1812. L'intelligenza è la soluzione di tutti i problemi
  1813. Miracolo
  1814. La fine delle vie di mezzo
  1815. Sciopero mondiale preventivo
  1816. Le Nonne non hanno sempre ragione solo perché sono nonne
  1817. Jovanotti
  1818. #PerFavoreNonChiamateloAmore
  1819. #SempreLaStessaSupposta
  1820. Sarà consentito pogare
  1821. Siria
  1822. Appena cominci a respirare le prime boccate di quella vastità
  1823. Un mondo cinico e baro in cui non c'è pietà nemmeno per lei, la pantera rosa
  1824. Il sapore anarchico dell'autenticità
  1825. Io stesso che soffoco dove sono
  1826. Di fianco a una cassetta di meloni gialli, enormi, un fruttivendolo di Trapani c'aveva esposto questo cartello qui
  1827. Primo agosto 2013
  1828. Anche Velluto si è fatto un giro a Eboli
  1829. Sulla base di quale principio?
  1830. Quando muore qualcuno
  1831. Pagare per lavorare
  1832. Era Xavier Rudd
  1833. Anche Michelangelo ha fatto le sue cappelle
  1834. A proposito dell'idea che il M5S avrebbe dovuto allearsi con il Pd
  1835. Millenovecentosessantatre
  1836. C'ho i miei tempi, io
  1837. Questa volta non si tratta di cambiare un Presidente
  1838. Una inguaribile cagacazzo costantemente sull'orlo dello sbrocco
  1839. Su e giù per le colline di Amazon
  1840. Se possono magna' pure le rose
  1841. La consapevolezza della fornaia
  1842. Micah P. Hinson
  1843. Gli inaspettati trionfi di Ciccio Méndez
  1844. Quella porcata dell'obsolescenza programmata toccata con mano, anzi, con occhio
  1845. "È delicato"
  1846. In ogni caso nessun rimorso
  1847. Come rendere un sito Wordpress visibile da smartphone e da qualsiasi altro dispositivo
  1848. Cartoon di mezzora che raccontando la storia della Federal Reserve spiega come il sistema bancario ci ha reso poveri e schiavi
  1849. Origliare
  1850. Le 439 pagine di “Alimentazione naturale” di Valdo Vaccaro riassunte in 61 parole
  1851. Ne ha mille, di facce
  1852. Vorresti continuare a leggere stando chiuso dentro un guscio
  1853. Un anziano che cerca di aiutare i giovani usando un computer
  1854. Al mercato
  1855. Mutefish
  1856. Zeppa
  1857. Deve averne un sacco
  1858. Vicino
  1859. Il metaforico, il sentimentale e l'allegorico
  1860. C'è azione ma non sono stato io
  1861. Sei incomprensibile
  1862. Senza chiudere gli occhi
  1863. La cosa che più mi ha stupito di Dublino è lei
  1864. Ho capito la differenza fra pensiero e aforisma
  1865. Sempre
  1866. Cose che io non vedo
  1867. Soccia Pessoa
  1868. Un adolescente depresso
  1869. Il sale è una forma di chiusura mentale
  1870. Anche solo lontanamente le tette
  1871. I trekker, gente particolare
  1872. Io la chiuderei domattina
  1873. Paura di aver paura
  1874. «Ma non lo sapete che libidine è per il palato azzannare un peperone crudo? Ma come siete messi?»
  1875. Irrimediabilmente
  1876. Educazione siberiana, di Salvatores, adesso al cinema, molto crudo, molto bello
  1877. Per favore non chiamatelo amore secondo l'editore (2)
  1878. Anche le persone più anticonformiste preferiscono parlarne in modo indiretto
  1879. Tutta la conoscenza in una sola frase
  1880. Per favore non chiamatelo amore live n. 7
  1881. Gente di Dublino ovvero l'odore di immondezzai di vecchie erbacce e di avanzi
  1882. «Qualcuno deve gridare che costruiremo le Piramidi, non importa se poi non le costruiremo»
  1883. «Se Dio non esiste, chi è che si diverte a prendere in giro gli uomini da migliaia di anni?»
  1884. Appunti per la transizione a una nuova civiltà
  1885. Crisi dell'Euro premeditata a fini speculativi?
  1886. E pensare che per la maggior parte dei medici è una cazzata, il digiuno
  1887. Per favore non chiamatelo amore worldwide campaign n. 10
  1888. Velluto per niente a disagio alla prima presentazione di "Per favore non chiamatelo amore"
  1889. I social network ci stanno mettendo di fronte a un'evidenza
  1890. Se sei uno di quelli che “ma figurati, niente potrà mai sostituire il libro di carta” ho da dirti 3 cose
  1891. Se non sei né popolo bue né intellettuale stracciaminchia, ascolta questo brano del nuovo album di Ludovico Einaudi, ti manderà il cuore in festa
  1892. Ho comprato il mio primo ebook
  1893. Mozart è rinato e lavora per il cinema
  1894. If you think you're free, you can't escape
  1895. L'origine della crisi è il 1981, anno in cui l'Italia perse la sua sovranità monetaria a causa del divorzio tra il Ministero del Tesoro e la Banca d'Italia
  1896. Stramaleddettamente benedetta brezza in un mondo che è afa opprimente
  1897. La migliore offerta, di Tornatore, adesso al cinema, un capolavoro assoluto
  1898. Quella confidenza immediata che una donna ti dà solo se ti considera cretino
  1899. Velluto apprende con gioia che nel leggere “Per favore non chiamatelo amore” Roberta Persici si è sbellicata dalle risate
  1900. Bellissimo aneddoto sul concetto di educazione tratto da uno strepitoso articolo di stampa sotterranea del 1967
  1901. L'anti-messaggio di fine anno di Paolo Becchi
  1902. Wes Anderson ha la sorprendente capacità di dare ai suoi film una potentissima carica surreale
  1903. Lettura di un brano di "Per favore non chiamatelo amore" interpretata da Debora Natoli
  1904. Sabina Spielrein ha avuto un'esperienza di vita piuttosto singolare
  1905. Se ci sei solo tu che pensi per te, molto presto sarai morto
  1906. Osho si mette nei panni di Arjuna e dà finalmente a Krishna la risposta che da secoli si meritava
  1907. Tutto tutto niente niente
  1908. Ecco perché non sarò mai un governante
  1909. Ascolti Vasco e pensi, «Ma che cazzo ha detto?»
  1910. Quattromilaquattrocentoquarantasette
  1911. La vecchina-predicatrice con in mano la rivista dei testimoni di Geova. Dramma in due atti. Di non-fede
  1912. Quando nevica il governo dovrebbe dichiarare lo "stato di non-necessità"
  1913. Pagina 94, pagina 95 e pagina 96
  1914. Quando si cuoce qualcosa a più di 120 gradi, il risultato non è un alimento, è una sostanza tossica
  1915. Vittima di un attacco di scazzo, poca fa, non avendo voglia di far niente, ho guardato qualche video dell'ultimo "scontro" televisivo Bersani-Renzi, su youtube
  1916. “La città incantata”, film d'animazione giapponese, del 2001, di Hayao Miyazaki, è bellissimo
  1917. Solo un cretino può sentirsi protetto da un'autorità che grava sulla sua testa
  1918. Se leggi questo post e lo metti in pratica, presto proverai orrore di te stesso
  1919. Nell'introduzione al libro "Il potere di Adesso" Eckhart Tolle racconta che fino al trentesimo anno di età ha vissuto in uno stato di ansia quasi continua intervallato da periodi di depressione suicida
  1920. Nell'album "Making Mirrors" (2011), di Gotye, c'è una canzone che mi ha ipnotizzato
  1921. Udite udite: il “Per favore non chiamatelo amore live n. 6” sarà una performance pesissima della cantattrice Debora Natoli su musiche del compositore metal-techno Alessandro Panighi
  1922. Come liberarci dall'opprimente follia dell'economia monetaria di mercato senza cadere nell'incubo di una società interamente governata dalla burocrazia
  1923. La sensazione di non avere mai abbastanza tempo non è superabile riorganizzando la propria vita in modo da avere più tempo
  1924. Che la nostra sia una civiltà in decadenza lo dimostra il fatto che le culture sono diventate stili
  1925. “I riassunti della quinta elementare sono più profondi di un programma elettorale...
  1926. Velluto scende in campo nella ebook worldwide war tra Amazon e Tutto il resto del mondo
  1927. Sono stato un coglione
  1928. Aspettavo questo momento da vent'anni
  1929. Nuovo record: "Per favore non chiamatelo amore" è in questo momento nella posizione n. 4.923 della classifica di amazon.it
  1930. La dittatura delle emergenze pratiche ci sta privando della licenza di fantasia esistenziale
  1931. “On the Road”, di Walter Salles, 2012
  1932. Illuminazione improvvisa
  1933. Se la società in cui viviamo fosse un qualcosa che ha anche solo un minimo di senso
  1934. "L'angoscia che si prova osservando la società occidentale"
  1935. E all'improvviso capisci il senso delle tende
  1936. In una conferenza del 2006 Gregg Braden ha fatto una critica molto precisa alla scienza occidentale formulando un'affermazione che è una bomba
  1937. Patate alla Velluto (ricetta)
  1938. Un comportamento che è espressione di validi principi etici fondati sulla tua comprensione della realtà non è necessariamente un comportamento giusto
  1939. Saggi i bolognesi
  1940. Per favore non chiamatelo amore live n. 6
  1941. Avere un blog non è vanità
  1942. L'automazione è una cosa molto intelligente
  1943. Nuovo progetto comunicativo di Peter Joseph
  1944. Questa crescente tendenza delle persone a sentirsi responsabili per ogni cosa che accade nel mondo è una patologia
  1945. Il senso di Smilla per la neve
  1946. Su libriconsigliati.it Saba Ercole ha scritto una bellissima recensione di “Per favore non chiamatelo amore” da cui emerge con forza il fatto che non si tratta di un romanzetto sentimentale del cazzo
  1947. A proposito dei nessi tra cozza e cazzo
  1948. Velluto in solluchero di fronte a concetti come "pennellate di trascinante ironia" e "stile torrenziale ricco di similitudini assai originali"
  1949. Velluto ha sette cose da dire a proposito di un libro di poesie appena finito di leggere
  1950. L'altro giorno per strada mi sono imbattuto in una colomba che ha scelto un modo un po' estremo per ricordarci una cosa importante
  1951. Velluto ha cinque ringraziamenti da fare
  1952. Alla fine secondo me in un post scrivere anche il titolo è uno sbattimento inutile
  1953. Se non te la senti di diventare uno stronzo
  1954. Velluto continua a massacrare i coglioni a 360 gradi con post sul suo cazzo di libro ma cerca di farlo con stile creando sempre cose nuove
  1955. Velluto si è imbattuto in un bellissimo aneddoto su un imperatore-poeta e quindi te lo legge
  1956. Spazi epici sterminati
  1957. Per favore non chiamatelo amore live n. 5
  1958. O esisti tu, o esiste Dio, dice Osho
  1959. Velluto travolto da un violento attacco di misantropia di fronte al persistere dell'illusione che gestione democratica sia sinonimo di democrazia
  1960. Velluto stimolato da un sorprendente feedback ricevuto dalla madre della moglie di un suo cugino si mette al lavoro sulla grafica e partorisce il settimo manifesto pubblicitario immaginario della "Per favore non chiamatelo amore world wide campaign"
  1961. Siccome che si può quasi dire che andreavelluto.com è in questo momento tra i primi mille blog d'Italia nel senso che si è piazzato nella posizione 1513 della classifica di settembre di ebuzzing.it Velluto ringrazia tutti i cliccatori e tutte le cliccatrici dedicando loro un video
  1962. Clamorosa scoperta riguardo all'origine della rabbia dei popoli verso i governi
  1963. Velluto ha finalmente trovato la voglia di smanettare un po' con i video e avendo capito come si fa a creare un estratto festeggia pubblicando 48 secondi della prima presentazione di "Per favore non chiamatelo amore"
  1964. Le risorse sono finite. In poche mani
  1965. Velluto legge "Testamento" di Guido Catalano
  1966. Velluto è finalmente riuscito a tornare in quei posti bellissimi della Sardegna in cui cominciò a scrivere "Per favore non chiamatelo amore" e si è fatto pure una foto alla "Into the wild" che non è neanche venuta male se non fosse per quel piede che non appoggiandosi completamente sul tetto della macchina esprime un senso di precarietà che un po' stona
  1967. Mezzo cieco
  1968. Stronza come un miraggio
  1969. Velluto si è trovato in testa un pensiero un po' cattivo
  1970. Velluto in preda a un moto di ribellione di fronte alle prime dieci pagine di "Storia dell'eternità" di Jorge Luis Borges
  1971. Velluto contento di aver trovato un modo facile facile per dare un suo contributo alla critica d'arte
  1972. Non lo sapevo che sta per uscire un film su Berlusconi
  1973. Un plugin per Wordpress che aggiunge automaticamente uno shortlink in fondo a ogni post che pubblichi
  1974. "Per favore non chiamatelo amore" sbarca in Svizzera
  1975. Dunque
  1976. Né religioso né antireligioso, dice Osho
  1977. A settembre se ne va in Messico, e non torna più
  1978. Fornai e astronavi
  1979. 150 mila posizioni scalate in un mese nella classifica di amazon.it
  1980. Io ti stimo molto per il fatto che non hai voglia di fare un cazzo
  1981. Gli asfissianti labirinti della tua fottutissima mente
  1982. Costretti all'intelligenza, esperienza nuova per gli umani
  1983. Velluto si sente tutto venato di un lirismo trattenuto e bello perché semplice
  1984. Burocrazia di merda che ti mangi la mia vita riempiendola di cagate
  1985. C'è chi si identifica con i calciatori e chi non può che identificarsi con il pallone
  1986. Posso scrivere senza bere, dice Bukowski
  1987. Per favore non chiamatelo amore world wide campaign (5)
  1988. Ho voluto fare il figo
  1989. Per favore non chiamatelo amore live @ Ruffilli
  1990. The Black Heart Procession
  1991. "Per favore non chiamatelo amore" acquistabile su lafeltrinelli.it
  1992. Osho smonta Gandhi
  1993. Frequenze che pulsano stasera. Pelle di Bologna, Velluto di Fujiko. Un libro, al mixer
  1994. Per favore non chiamatelo amore world wide campaign (4)
  1995. Ad alta velocità
  1996. How About I Be Me And You Be You
  1997. Velluto si era scordato di parlare del fatto che "Il Resto del Carlino" diede la notizia della serata al Frizòn
  1998. To Rome with Love, niente di che
  1999. Fra poco più di 3 ore, al Frizòn, Bologna
  2000. "Per favore non chiamatelo amore" acquistabile su amazon.it
  2001. I vostri cosiddetti santi sono i veri responsabili delle guerre, dice Osho
  2002. Per favore non chiamatelo amore world wide campaign (3)
  2003. Carrelli della spesa picchiati con tubi, sega elettrica, schitarrate e latrati melodici. Sono gli Einsturzende Nuebauten
  2004. Per favore non chiamatelo amore world wide campaign (2)
  2005. Pettegolezzo a proposito dell'impero ecclesiastico
  2006. Siccome ero lucido per natura divenni anarchico cosciente, dice Pessoa
  2007. Vedrai, ti farà sbellicare
  2008. Ecco la recensione di "Per favore non chiamatelo amore" scritta per Repubblica da Alessandro Castellari
  2009. Il mitico inventore della poesia in forma di tweet ha dedicato un tweet a "Per favore non chiamatelo amore"
  2010. Lavorare tutti per lo stesso fine, ma separati, dice Pessoa
  2011. Velluto per un attimo si illude di essere stato recensito su Vanity Fair, la fotosequenza
  2012. Velluto emozionato perché ha appena scoperto che su un blog che è 62° nella classifica dei blog di letteratura Francesca Castellano ha scritto di "Per favore non chiamatelo amore"
  2013. Se ci fossero altre finzioni sociali al posto di queste, non andrebbero bene lo stesso, dice Pessoa
  2014. Velluto si sente così grato per il risvolto di copertina di "Per favore non chiamatelo amore" che decide di pubblicarlo in anteprima con tanto di ringraziamento a chi l'ha scritto
  2015. Certo bisogna farne di strada per diventare così coglioni
  2016. Velluto prova l'account appena creato su soundcloud.com condividendo una bellissima sparata di Pessoa appena letta
  2017. Velluto in preda all'ansia per l'avvicinarsi del 6 marzo lancia un delirante appello rivolto all'uomo della strada senza per questo voler escludere la donna della strada o altre tipologie umane animali vegetali o extraterrestri
  2018. Per musica non si deve intendere solo quella che si suona, ma anche quella che resta eternamente da suonare, dice Pessoa
  2019. I libri di Pessoa possono aiutarci a capire chi siamo, dice Saramago, grazie al fatto che Pessoa non arrivò mai a sapere chi era
  2020. Nel caso tu sia incuriosito dalla scrittura frullata di Louis-Ferdinand Céline e dai suoi pipponi anarco-esistenzial-filosofici
  2021. Velluto fa un patetico tentativo di attirare nuovi visitatori sul suo blog scrivendo di cucina ma si accorge che non ce la può fare
  2022. Stasera, a Bologna, all'Arteria, un bel concerto
  2023. "Per favore non chiamatelo amore", la copertina
  2024. Quelle ideologie che sono cadute solo da una delle due parti del muro
  2025. Mica s'inventano, i carciofi
  2026. Sta marmaglia di manager del fallimento
  2027. Gli spifferi di gelo che passano attraverso i fili
  2028. L'esaltazione dello zelo è un mezzo per esorcizzare la paura, dice Wenders
  2029. "Per favore non chiamatelo amore" è apparso sulla home page dell'editore
  2030. Il personaggio che mi è piaciuto di più è Stanko
  2031. In Bolivia McDonald's ha dovuto dargliela su
  2032. Il sapore agrodolce dei nonsense
  2033. Le condivisioni generano più del 10% del traffico di internet
  2034. Il destino divora le preghiere come il rospo le mosche
  2035. Dobbiamo fare voto di vastità per aumentare il prodotto interiore lordo
  2036. Grazie al suo carisma anticonformista ne combina delle belle
  2037. Velluto sbarca su Flickr
  2038. Suggerimenti per evitare di passare per frustrati fuori dal mondo persi in ridicole seghe mentali (aggiornamento gennaio 2012)
  2039. La cover di "Take On Me" degli A-ha firmata Graziella Schazad
  2040. Se non la fai tu, te la fanno addosso
  2041. Non mi piace che ci sia un papa che predica senza condividere la sua anima con una papessa
  2042. Abbassava il finestrino e sputava sull'Università
  2043. Per favore non chiamatelo amore world wide campaign
  2044. The Hem of Your Garment
  2045. I problemi hanno anche cause invisibili
  2046. Voy A Remontar Los Montes
  2047. Qualcosa di più di una merce
  2048. Tra una mucca e una pecora un suv sventrato
  2049. Nei loro gabbi
  2050. Siamo pronti per cambiare la società?
  2051. La fine della possibilità di vendere
  2052. Del modo come t'aggiustano
  2053. Cosa fare quando il mondo in cui vivi crolla
  2054. Nemmeno se a Buddha gli fai una sega
  2055. Have a Lucky Day
  2056. Parigi vista dalla cima della Tour Eiffel
  2057. Questa merda deve andarsene
  2058. Libidine
  2059. Contemporaneamente
  2060. Latra alla grande
  2061. Finì tragicamente
  2062. Il nostro peccato originale
  2063. Continuo a sentirla
  2064. Sentenza storica
  2065. Solo quando i sogni svaniscono
  2066. Nessuno scopo
  2067. Per favore non chiamatele bozze
  2068. Una patrimoniale sugli strumenti finanziari
  2069. Rabbrividisco
  2070. Velluto si esercita a rispondere a eventuali domande sul suo primo romanzo
  2071. Oltre oceano
  2072. Tranquillo
  2073. Il dolore è quando neghi a te stesso la libertà di cambiare strada
  2074. Rivoluzione
  2075. Sandokan
  2076. Sono nato a trentatré anni
  2077. Immobile come la collina
  2078. Come un'allegoria una fanciulla appare sulla porta dell'osteria
  2079. Girare un film d'amore nella Parigi occupata dai nazisti ovvero la più importante forma di resistenza alla barbarie è l'arte
  2080. Come sostituto del proprio schiudersi
  2081. Come se quel giorno fosse già qui
  2082. Se
  2083. Ed ecco che la tua luna affonda nel mio mare
  2084. Una calda e una fredda
  2085. E tu che con gli occhi di un altro colore
  2086. Tipo un blog, ma un po' diverso, si chiama tumblelog
  2087. Ma io ci sputo
  2088. Il futuro della musica secondo me
  2089. Due donne da ascoltare
  2090. Libia, marzo 2011
  2091. Eros e Thanatos
  2092. 5 Cernobyl in contemporanea?
  2093. Dopo Fukushima
  2094. I hope you find peace
  2095. A un certo punto ho smesso, non so perché
  2096. Tutte le volte che quello lì parla
  2097. In un momento di assoluto silenzio
  2098. Il dolore è permesso, la sofferenza no
  2099. Svegliarsi dentro un sogno
  2100. Come prima cosa devono creare la malattia
  2101. Ci salverà il soldato che non la vorrà
  2102. L'espressione pseudo-colta del razzismo
  2103. Io posso decidere che non c'è nessun Re
  2104. Vive solo chi si muove
  2105. Invece di punirmi
  2106. La dominazione dell'uomo da parte dell'uomo
  2107. Il privilegio di essere un guru
  2108. San Valentino e l'Innominabile
  2109. La scommessa di Pascal
  2110. È così grande che non posso mancare il bersaglio
  2111. Per la prima volta nella storia dell'uomo
  2112. Nemmeno per spostare un capello sulla tua testa
  2113. Una botta di felicità a scoppio rimandato
  2114. Questa merda deve andarsene
  2115. Una roba da sfigati
  2116. I racconti delle quattro stagioni
  2117. In a soundless land
  2118. Lasciatelo dire
  2119. Le Montagne della Follia
  2120. Straniero dappertutto
  2121. Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente
  2122. Crisi di disadattamento al nuovo
  2123. La necessità di rivoltarci contro l'orrore del mondo moderno
  2124. "Speriamo di tirare avanti ancor un po', prima che me la facciano pagare"
  2125. Perché dobbiamo abolire l'istitutizione scolastica
  2126. Per questo devono andare ad ammazzarsi tra loro
  2127. L'atroce crimine della scarsità indotta
  2128. Divorate da bruti sensibili come roghi
  2129. Fare il confronto tra loro e noi e cagarsi addosso
  2130. Le incalcolabili conseguenze di un click
  2131. Libero il commercio, in catene l'umanità
  2132. Devono morire perché tu possa vivere
  2133. Un raffinato sistema per tenere bloccata l'energia delle persone
  2134. Vacillo
  2135. Lettera aperta a Carla Azzituoi
  2136. Boicottiamo Nasten'ka!
  2137. La fine della civiltà industriale profetizzata da un mio amico
  2138. Un ladro che ti ruba quello che hai perso
  2139. Volevo solo essere una ragazza pigra
  2140. Chi ama non fa prigionieri
  2141. Qualcosa è andato storto
  2142. Cari oltranzisti abbassate la cresta
  2143. Il diavolo nel campanile
  2144. Un capolavoro tale da oscurare il libro
  2145. Noi dobbiamo essere qualcosa
  2146. Il futuro non è scritto
  2147. Nulla che non sia questa metalingua amorfa
  2148. Veleni mortali
  2149. Le strade che non portano a Roma
  2150. Mi sono fidanzato
  2151. Forse è perché in noi mancano le parole
  2152. In questo caso il tuo cuore non sta nel processo
  2153. Ti dimostro che sei uno schiavo senza usare parole
  2154. Che stronzi!
  2155. La sorella punk della Geisha Madre
  2156. Una secessione silenziosa e inarrestabile
  2157. Oggi vi parlerò del futuro della televisione
  2158. Io col cazzo che mi vaccino!
  2159. Accarezzare i sogni delle trote non è reato
  2160. In Italia dinamiche sociali da Terzo Mondo
  2161. Ed è venuto un momento in cui non stavo tentando
  2162. La vita è molto breve
  2163. Mai d'ora in poi gli porteranno via la sua volontà
  2164. Siamo tutti Ciccio Minchione!