Le sorelle Kagacazov


 
Germano è un poeta professionista. Va be’, un disoccupato. Nanni è un bancario. E un attivista del MoVimento 5 Stelle. Nina è… vegana. E li ama tutti e due. E vivono tutti assieme. Ma nel triangolo qualcosa non quadra.
Nina vorrebbe un figlio. Oltre che due mariti. Tre cuochi. E un’équipe di massaggiatori. Germano e Nanni potrebbero forse superare le gelosie implicite nel triangolo. E si inteneriscono parecchio al pensiero di un figlio. Ma vanno in para dura di fronte alla prospettiva di una relazione esclusiva a tempo indeterminato a tutele decrescenti.
Se i sentimenti sono per loro natura mutevoli, che senso ha ostinarsi a fondare la stabilità di una famiglia sull’illusione di un amore eterno e immutabile? Quale altro fondamento dare alla famiglia? È possibile diventare padre senza diventare marito?

 
«Spero per te che nel tuo prossimo libro, anziché due fratelli tormentati che amano la stessa donna, ci sia un uomo sereno che ama due sorelle».
(un amico via whatsapp)
 
Altre cose che son state dette o scritte su di lui le trovi qui
 
ESTRATTI
 

 
VIDEO
 

 
IMMAGINI
 

 
TUTTI I POST CHE PARLANO DI LUI