Posts for Tag : 1813TuDovEri

Primo agosto 2013

Me lo ricorderò per sempre, dov’ero, il primo agosto 2013, quando è arrivata la notizia, al lavoro, ero, incollato, per quanto possibile, a uno schermo, anzi, diciamola tutta, quello schermo era una televisione, quella televisione che io non guardo mai, quella televisione grazie alla quale vent’anni prima del primo agosto 2013 era cominciata per l’Italia un’epoca di profonda decadenza culturale (e, di conseguenza, politica), ed era nella stanza di fianco a quella dove dovevo stare io, sta cazzo di televisione, quindi era tutto un avanti e indietro, nevrotico, e durava da quasi tre ore, sta cosa, ma ecco che il giornalista annuncia che sta per andare in onda la diretta dalla Cassazione, sezione feriale, chissà cosa vorrà dire, corro, mi siedo, alzo il volume, fanculo, se suona il telefono non rispondo, penso, il momento è storico, fanculo, tempo di sentire le prime parole e, con surreale tempismo, entra un cliente, mi vede, lui, io lo vedo ma non lo guardo, allora si avvicina, allora per un attimo lo guardo, poi sposto subito lo sguardo sullo schermo, come per dire «Non mi puoi rompere i coglioni proprio adesso, il momento è storico», per una frazione di secondo sono anche tentato di dirglielo, «Non mi puoi rompere i coglioni proprio adesso, il momento è storico», ma lui si avvicina ancora di più, e mi dice qualcosa, in inglese, rabbioso mi arrendo, e vado dovrei essere, tempo di cominciare a fare quello che devo fare e vengo freddato da tre parole che arrivano dall’altra stanza, “annulla la sentenza”, una goccia di sudore mi scende lungo il fianco, il tipo mi dice qualcos’altro, sempre in inglese, non capisco, yes, rispondo, non è possibile, penso, annullamento no, mi alzo, poi mi risiedo, il tipo mi guarda male, poi, finalmente, se ne va, e in quell’istante, dall’altra stanza, arrivano, soavi, sette parole, “rigetta nel resto il ricorso del Berlusconi”, rigetta, nel resto, il ricorso, del Berlusconi, rigetta, nel resto, il ricorso, del Berlusconi, sette, soavi, musicali, le prime note di una nuova epoca.