Posts for Tag : africanizzazione dell’Occidente

La fine della civiltà industriale profetizzata da un mio amico

«A Velluto, non te preoccupa’ per l’africanizzazione dell’Occidente, questa merda di sistema sociale in cui viviamo a un certo punto crollerà da sola, è inevitabile».

«Dici?».

«Eh sì, perché il mercato provoca la concentrazione delle ricchezze in un numero sempre più piccolo di persone, quindi a un certo punto i ricchi saranno talmente pochi, e i poveri talmente tanti, che tutti sti cazzo di prodotti a chi li venderanno?».

«Ah! Tu dici che un giorno resterà un solo ricco? Tipo un ciccione di 270 chili che morirà per esplosione dello stomaco?».

Risate.

«La domanda è: che facciamo nell’attesa che il ciccione esploda?».

«Non lo so, sicuramente la direzione è la progressiva eliminazione della nostra dipendenza da tutte queste sovrastrutture assurde destinate a essere distrutte dalla storia, prendendo sempre più le distanze, sia mentalmente, sia esistenzialmente, ognuno come può, con intelligenza e apertura mentale… insomma, è tempo di cominciare a gettare le basi di una società conviviale post-industriale».

«Minchia! Pesante…».

«Pesante sì, ma anche un po’ più emozionante come prospettiva rispetto a un posto di lavoro, no?».

«Ah beh, certo, anche perché il posto di lavoro è nato con la civiltà industriale. E assieme ad essa morirà».

«Già. Lavorare senza avere un lavoro. Questo è il futuro».

«Minchia! Pesantissimo…».

(La foto è di Stéfan)