Posts for Tag : cocci di vetro

Scalzo in mezzo a cocci di vetro

velluto-natoli-castellari

Come mai fossi finito a dormire in spiaggia non lo so, dove avessi perso la mia valigia neanche, se­duto alla fermata dell’autobus me lo chiedevo senza trovar risposta, quella appena passata era la mia prima notte in Inghilterra, nella tristezza ci affondavo fino al collo, vicino a me un vecchio giocava con il bastone, si divertiva, con un bus­solotto di plastica è riuscito a centrare il tombino, «La plastica va riciclata per salvare il pianeta», l’ha sgridato la badante, «A me del pianeta non me ne frega un cazzo», così le ha risposto il vecchio, pro­prio cazzo ha detto, mica ci sono saliti sull’autobus, quello che aspettavano loro si ostinava a non pren­derlo, il vecchio, il suo corpo fuori uso non sapeva decidersi ad abbandonarlo, difficile scegliere, co­munque io son l’ultimo che dovrebbe parlare, la mia partenza non era certo stata una scelta, semplice­mente non ce la facevo più a star là, disseminati in ogni angolo di Milano c’erano ricordi di Sara, era come camminare scalzo in mezzo a cocci di vetro.

Per favore non chiamatelo amore, pp. 10-11

(nella foto, Velluto alla libreria Trame di Bologna, assieme a Debora Natoli e Alessandro Castellari)