Posts for Tag : economia monetaria di mercato

Come liberarci dall’opprimente follia dell’economia monetaria di mercato senza cadere nell’incubo di una società interamente governata dalla burocrazia

La maggior parte delle nostre sofferenze attuali ha origine dall’aver eluso per troppi anni la stringente necessità di trovare e sperimentare risposte a questa domanda fondamentale.

Abbiamo chiuso gli occhi di fronte al fatto assolutamente evidente che la libertà e il benessere materiale che il sistema economico attuale garantisce a pochissimi (cioè a coloro che creano il denaro) hanno il loro fondamento nella povertà e nella schiavitù che infligge a tutti gli altri.

Ci siamo accontentati dell’oscena speranza di trovare un giorno una scorciatoia personale per risolvere il problema denaro, dimenticando il concetto base della vita, ciò che gli africani chiamano ubuntu.

La fine della possibilità di vendere

Negli Stati Uniti l’uso del servizio postale è diminuito del 22% in 4 anni. Ciò significa che presto gli uffici postali americani dovranno essere drasticamente ridimensionati, se non addirittura chiusi. Più di 600.000 persone potrebbero trovarsi senza lavoro.
I politici di destra sosterranno che è colpa dei lavoratori che non c’hanno mai voglia di fare un cazzo. I politici di sinistra sosterranno che è colpa dei dirigenti che sono avidi e incompetenti. Ma la colpa è dell’email.
Il punto non è se siano più stronze le aziende o i lavoratori. Il punto è che stronzissimo e insostenibile è il sistema in cui entrambi sono imprigionati, ovvero l’economia monetaria di mercato. E che, a causa della velocissima crescita dell’automazione, provocata dalla velocissima crescita delle tecnologie, diventerà sempre più stronzo e sempre più insostenibile, quel sistema, perché espellerà sempre più persone.
Quando le aziende, grazie all’automazione, si troveranno in condizione di poter produrre usando quasi esclusivamente macchine, dando lavoro solo a un 10% delle persone che ne avrebbero bisogno, a chi cazzo li venderanno i loro prodotti? Ai disoccupati o alle macchine?
Lo scenario che abbiamo davanti è la fine della possibilità di vendere. E l’impellente necessità di evolvere verso un sistema economico completamente diverso, in cui la sussistenza del singolo dipenda non dall’avere un posto di lavoro, ma dall’essere parte di una comunità politica in grado di gestire democraticamente le risorse e la produzione.

http://www.andreavelluto.com/?p=2143

Questa merda deve andarsene

Grazie al lavoro gratuito di un gruppo di volontari, “Zeitgeist Moving Forward”, web film di Peter Joseph on line da gennaio 2011, da ottobre è disponibile anche doppiato in italiano. Non vedo l’ora di rivederlo. Ricordo la prima visione, della versione con sottotitoli, come una gustosissima abbuffata di intelligenza. Continua a tornarmi in mente quel punto in cui Jacques Fresco riassume il suo ragionamento sull’economia monetaria di mercato con 4 memorabili parole: «Questa merda deve andarsene». Ogni giorno più vero: Questa merda deve andarsene! Questa merda deve andarsene! Questa merda deve andarsene!

http://www.andreavelluto.com/?p=2112