Posts for Tag : ibs.it

Nel tentativo di afferrare il soggetto del proprio patimento

scrat-afferrare-ghianda

Libro demenziale ma spassoso, ricco di immagini surreali e suoni armoniosi. Le parole sono usate con maestria per restituire i tormenti sociali, intellettuali ed emotivi di un deluso in amore animando un mondo in cui la mancanza di certezze e di ideologie conduce ad una deriva inevitabile. Le vicende di Francesco sono rocambolesche e spesso simili ad autolesionistiche allucinazioni, ma nel tentativo di afferrare il soggetto del proprio patimento e nella ricerca di qualcosa che accenda la propria esistenza di luce propria, si possono riconoscere intere generazioni.

(Sara, in un commento su ibs.it a Per favore non chiamatelo amore. Trovo molto bello e molto profondo quel “nel tentativo di afferrare il soggetto del proprio patimento”. È un pensiero centratissimo: mi ha chiarito le idee sul senso di quel che ho scritto. In effetti è proprio così: Francesco soffre per amore, ma il tema del romanzo, più che il mal d’amore, è la difficoltà di distinguere, dentro di sé, cosa è davvero mal d’amore e cosa invece dipende da altre sconosciute ragioni. Quasi quasi, se tornassi indietro, cambierei il titolo in “Nel vano tentativo di afferrare il soggetto del mio patimento ti chiamavo amore”. Grazie Sara!)