Posts for Tag : Lenin

Un proprio autonomo intervento

IlPopulismoRussoFrancoVenturi

Quali sono i segni di una situazione rivoluzionaria?
1) L’impossibilità per le classi dominanti di mantenere immutato il loro dominio. 2) L’acutizzarsi, oltre il normale, dei bisogni e delle difficoltà delle classi oppresse. 3) Un aumento dell’attività delle masse, le quali, nei momenti di tranquillità, si lasciano depredare senza proteste, ma nei momenti di tempesta sono sospinte a un proprio autonomo intervento
.

Lenin, in “Il populismo russo”, di Franco Venturi, volume primo, p. LXIX

Sabina Spielrein ha avuto un’esperienza di vita piuttosto singolare

Sabina Spielrein (1885-1942), russa, di origini ebraiche, nel 1904 viene ricoverata in un ospedale psichiatrico vicino a Zurigo per una grave forma di isteria. Il medico a cui viene affidata è Jung, che con lei mette per la prima volta alla prova il metodo del suo maestro, Freud.

Sabine guarisce e si innamora di Jung (transfert). Jung si innamora di Sabine (controtransfert). Vedendo quanto Sabine ha mandato fuori di melone Jung, Freud sviluppa il concetto di controtransfert.

Appassionatasi alla psicanalisi, Sabine si iscrive a medicina e diventa una delle prime donne a esercitare la professione di psicanalista. Nel 1923 ritorna nella Russia di Lenin e a Mosca fonda un anarco-asilo, l’Asilo Bianco, dove i bambini vengono lasciati completamente liberi.

Insomma, nella sua biografia ci sono spunti più che sufficienti per trarne un bellissimo film. E infatti Roberto Faenza l’ha fatto: “Prendimi l’anima” (2002). Ecco alcune scene: