Posts for Tag : Libro delle Epoche

Straniero dappertutto

Nelle tue pazienti, doverose lentezze, nella tua esitazione, tu hai finora mostrato di te, al mondo, una parte piccola, e unicamente per far piacere al papà, alla gente di casa tua, della tua cittadina e della tua terra. Ciò finora ti ha dato abbastanza gioia: piccola gioia. E ha fatto sì che tu frequentassi un piccolo numero di persone, anch’esse capaci di mostrare soltanto una piccola parte di sé, e di rallegrarsi che tu fossi come loro, e di trarre vantaggio da te. Questo, finora, ti è piaciuto Read more

Crisi di disadattamento al nuovo

Nella seconda metà degli anni Novanta, troppe innovazioni tecnologiche stavano divenendo pressoché obbligatorie nella civiltà occidentale. Troppe parole nuove. Troppe cose cambiavano rapidissimamente.
Intere nazioni vanno infatti incontro, in questi anni, a una tipica crisi di disadattamento al nuovo Read more

“Speriamo di tirare avanti ancor un po’, prima che me la facciano pagare”

Tutte le volte che gli occidentali si indignano ascoltando notizie di crimini contro l’umanità, tutte le volte, cioè, che in quelle notizie si sforzano di vedere qualcosa che contrasta con quel che di lodevole essi credono di avere dentro di sé, stanno in realtà proteggendo la carica d’odio che hanno ereditato dalla generazione attiva tra il 1940 e il 1945, e che da allora hanno imparato a nascondere a se stessi. Farebbero molto meglio a considerare quei crimini come qualcosa di normale per loro, figli e nipoti di coloro che avevano commesso o tollerato sessanta milioni di vittime in sei anni. Per lo meno non mentirebbero a se stessi. Non sarebbero impegnati in continue autocensure più o meno segrete Read more