Posts for Tag : Necaev

Una domanda che non dobbiamo smettere di farci

bakunin

In una società che con la sua brutalità abbruttisce sistematicamente le persone, come va concepita una rivoluzione per evitare che il suo potenziale rivoluzionario non sia poi totalmente annullato dal fatto che le persone che si impegnano a realizzarla continuano a essere mentalmente e spiritualmente impantanate in quel pantano di brutalità e di abbruttimento da cui vorrebbero liberare l’intera società?

(riassunto con parole mie di alcune belle pagine di “Il populismo russo – volume primo”, di Franco Venturi, in cui si racconta che a un certo punto dell’Ottocento Bakunin mandò a fanculo Necaev, essendosi accorto che Necaev, con la scusa della rivoluzione, aveva smesso di essere un uomo ed era diventato un mostro. Nella foto Bakunin)